Attuazione programma

SINTESI PROGRAMMA DI ATTIVITÀ E AZIONI INTRAPRESE

Come esposto in dettaglio nel programma di attività del Comitato approvato dal Ministero e consultabile sul sito www.altierospinelli.it, il Comitato, nel corso del triennio 2006-2008, promuoverà una serie di studi, eventi e momenti di comunicazione con le seguenti finalità, complessivamente orientate a sanare il divario oggi esistente fra l’indiscutibile importanza di Altiero Spinelli nel contesto politico-culturale europeo e l’insufficiente conoscenza del suo pensiero e della sua opera nel nostro Paese, ai diversi livelli.

Pertanto il Comitato si attiverà per:

  1. suscitare la riflessione del mondo accademico sui diversi aspetti del pensiero e dell’attività politico-culturale di Spinelli, a cominciare dal Manfesto di Ventotene e dalla fondazione del Movimento federalista europeo, fino all’impegno per il progetto di trattato di Unione europea, approvato dal Parlamento di Strasburgo nel 1984;
  2. contribuire alla diffusione del pensiero e alla conoscenza degli aspetti principali dell’opera di Spinelli, nonché alla riflessione su di essi all’interno delle forze politico-sociali del Paese, in una fase in cui le tematiche europee rivestono un’importanza decisiva;
  3. sottolineare la straordinarietà dell’esperienza di Spinelli, valorizzando la sua dedizione e le sue indiscutibili doti umane e letterarie, come emergono dal suo percorso esistenziale, dai suoi carteggi, non meno che dalla sua autobiografia, Come ho tentato di diventare saggio. Io Ulisse, recentemente riedita;
  4. svolgere un’azione di informazione e divulgazione presso il pubblico, in particolar modo i giovani e gli studenti delle scuole e delle università
  5. creare una connessione continua fra aspetti rievocativi, storiografici, politologici e approfondimento dei temi relativi all’attualità della vita culturale e istituzionale dell’UE.

 

In tale quadro il Comitato si è impegnato a:

  1. Promuovere tre eventi di carattere internazionale, il primo all’Aula Magna della Sapienza, previsto per il giorno 6 dicembre 2006, il secondo alla Camera dei Deputati, la cui realizzazione, nel 2007, verrà curata dal Movimento federalista europeo, il terzo, conclusivo, presso il Comune di Roma, nel 2008
  2. Costruire un itinerario di eventi nei luoghi legati all’esperienza di Spinelli all’interno del Paese ed anche nelle sede istituzionali europee, al fine di sottolineare il collegamento con il territorio e con i molteplici apporti culturali maturati in tali contesti
  3. Bandire un concorso nazionale per gli studenti delle università e delle scuole medie superiori, le cui modalità saranno annunciate il 6 dicembre
  4. Realizzare una mostra multimediale su Spinelli, tra i cui aspetti qualificanti ci sarà un filmato curato dal regista Italo Spinelli e realizzato in coproduzione fra il Comitato e il Comune di Roma
  5. Promuovere apposite ricerche e relazioni da presentare in occasione degli eventi, pubblicandone gli atti su supporti cartacei e informatici
  6. Realizzare un sito internet dedicato al Comitato. Vedi: <www.altierospinelli.it>
  7. Contribuire alla edizione o riedizione di testi spinelliani
  8. Svolgere un’azione di informazione sugli eventi dedicati a Spinelli da parte di altre istituzioni e associazioni del Paese
  9. Informare costantemente il pubblico, soprattutto giovanile, tramite il sito internet e un’apposita newsletter, sull’attualità dell’Unione, sulle sue istituzioni e su altri temi culturali di interesse europeo.

 

A ciĆ² si aggiunga che, nel contesto delle attività preparatorie del Comitato, che hanno coinvolto un gruppo di membri dimostratisi particolarmente attivi e interessati, è stata proposta la realizzazione di una serie di ulteriori eventi di importanza nazionale, da realizzare in collaborazione con le maggiori istituzioni e le più rilevanti forze sociali del Paese. Tali proposte sono riassunte nel documento allegato A). Al riguardo sarà opportuno istituire apposite commissioni all’interno del Comitato, in modo da curare la realizzazione dei singoli eventi, prevedendo di affidarne la presidenza alle fondazioni e agli enti culturali presenti nel Comitato.

Relativamente alle attività svolte, il Comitato ha attivato nel frattempo un ufficio di segreteria, nonché un ufficio stampa, che operano avvalendosi della collaborazione dell’Ufficio stampa della Sapienza e degli enti coinvolti nelle singole iniziative.

Grazie alla collaborazione del Dipartimento di Italianistica e Spettacolo della Sapienza, l’evento del 6 dicembre e quelli successivi verranno arricchiti grazie alla partecipazione di critici letterari, di attori di teatro ed esperti di comunicazione, orientata in primo luogo a valorizzare la dimensione di Spinelli scrittore. Inoltre il medesimo Dipartimento ha consentito di dedicare uno spazio pubblicitario, di grandi dimensioni, in via XXI aprile in Roma, nel mese di ottobre 2006, dedicato al Comitato, con la possibilità di ulteriori iniziative in tal senso.

Grazie alle sollecitazioni del Comitato, il Ministero delle Comunicazioni ha deciso l’emissione di un francobollo commemorativo su Altiero Spinelli, la cui data di emissione e il cui bozzetto potranno essere decisi dal Comitato.

In via riassuntiva, nel corso dei mesi successivi all’insediamento del Comitato, la segreteria ha mantenuto i contatti con il ministero dei Beni culturali ed ambientali, nonché con i membri del Comitato, predisponendo ripetutamente la documentazione necessaria; ha assicurato una presenza permanente di segreteria presso la sede del Comitato; ha attivato, oltre al sito, una mailing list, con apposito indirizzo internet del Comitato; ha riunito più volte il gruppo promotore per l’aggiornamento e la discussione del programma; ha ottenuto un numero di codice fiscale ed aperto un conto bancario presso la Banca di Roma, la cui firma è affidata in via congiunta al presidente e al segretario; ha avviato fattivi contatti con le istituzioni interessate al programma, tra cui Camera, Senato, Confindustria, sindacati, Italia Media, la Commissione di Bruxelles, ha attivato la corrispondenza con gli istituti scolastici per la realizzazione delle attività previste; ha effettuato la preparazione del convegno inaugurale alla presenza del Capo dello stato che era stato fissato per il 9 novembre, ed è stato successivamente aggiornato; ha preso contatti diretti con le università di Cagliari, Trieste e Padova ed altre, con la Regione Abruzzo ed altri enti, in vista della realizzazione dei singoli eventi; ha svolto una ricognizione presso gli archivi dell’Unione europea a Firenze; ha predisposto il materiale video per la realizzazione del filmato su Spinelli; ha contattato enti e operatori per la realizzazione della mostra; ha partecipato alla presentazione del libro di L. Angelino su Spinelli scrittore; ha partecipato al buon esito del convegno del 5 ottobre alla Camera dei Deputati; ha consentito l’attivazione di numerosi rapporti di collaborazione, ha promosso presenze sui mass-media; ha diffuso la conoscenza del Comitato in numerosi ambienti.