Ascoltando Altiero Spinelli

Nelle parole di un Padre dell’Europa la prosa di un classico del Novecento

Biblioteca Europea di Roma
via Savoia 13/15
mercoledì, 18 marzo 2009 ore 17.45 – 20.30
Programma - Rassegna stampa

“Fra gli infiniti altri mezzi di comunione e di lotta c’è anche lo scrivere” ebbe modo di annotare Altiero Spinelli in Come ho tentato di diventare saggio. E davvero l’Ulisse di Ventotene seppe coniugare nei suoi scritti l'impeto della tensione politica e morale, l’elevatezza della prosa letteraria e il momento della riflessione più propriamente filosofica, esempio contemporaneo dell’antica tradizione della scrittura d’impegno civile in un pensatore la cui splendida autobiografia e le corrispondenze a carattere privato lasciano nel lettore un’impressione indelebile.

Mercoledì 18 marzo, alle ore 17.45, presso la Biblioteca Europea di Roma, sita in via Savoia 13,  la prosa di Spinelli sarà al centro dell'evento, durante il quale l’attore di teatro Gianluigi Fogacci, con il prezioso contributo di Alessandra Celi, leggerà alcuni brani tratti dalle opere e dal carteggio del fondatore del Movimento federalista europeo. (Letture di Gianluigi Fogacci) - (Letture di Alessandra Celi)

Commenteranno le letture le docenti di italianistica Silvana Cirillo  – che ha curato il progetto e alla quale va il più sentito ringraziamento – e Maria Serena Sapegno, insieme a Piero Graglia, autore della biografia di Spinelli edita dal Mulino, e al critico letterario Filippo La Porta. Moderatore della serata sarà il prorettore della Sapienza Antonello Biagini. Un ringraziamento anche alla Biblioteca Europea di Roma e alla sua direttrice, Anita Raja.

Il logo E–Day apposto sul programma inserisce l’evento in una serie di iniziative dedicate agli studenti e alle scuole, presso le quali verrà diffuso il filmato della serata, anche attraverso una mostra multimediale.

 

- Relazione del dott. Filippo La Porta. Saggista e critico letterario

- Intervento di Silvana Cirillo. Prof.ssa di Letteratura italiana - Sapienza Università di Roma.