Le pagine “I compagni di Ulisse” sono dedicate a coloro che condivisero l’avventura di Spinelli in carcere, al confino e durante le battaglie federaliste. Questa ha come protagonista Luciano Bolis, le informazioni e le immagini su Bolis sono curate dalla prof.ssa Cinzia Rognoni Vercelli, biografa di Bolis, che ringraziamo vivamente per la gentile collaborazione.

 

Luciano Bolis


Luciano Bolis dall’Italia all’Europa - di Cinzia Rognoni Vercelli - il Mulino 2007
Presentazione del volume - Genova, 28 novembre 2007

 

Luciano Bolis (1908–1992) – Biografia a cura di Cinzia Rognoni Vercelli

Terzogenito di una famiglia della media borghesia milanese, studente di Lettere dell’Università di Pavia e di violino all’Istituto musicale Vittadini, B. ha appena vent’anni nel 1938 quando la ferocia delle persecuzioni razziali gli impongono una scelta di vita che lo porta, nel 1942, alla condanna a due anni di carcere inflittagli dal Tribunale speciale fascista. Liberato dal reclusorio di Castelfranco Emilia il 28 agosto 1943, sceglie la via dell’esilio in Svizzera, dove si dedica all’attività organizzativa e di proselitismo del Partito d’azione (PdA), cui aveva aderito in nome della continuità ideale e politica con il Movimento di Giustizia e Libertà. Continua...